Giorno siderale

Anche se non lo percepiamo, la Terra si muove su se stessa in ogni istante compiendo un movimento di rotazione attorno al proprio asse.
Il giorno siderale (o giorno sidèreo) è quell’intervallo di tempo che trascorre tra i due passaggi consecutivi di una stella su uno stesso meridiano.

Avere come riferimento una stella lontana – quindi non il Sole, nello specifico – è dovuto alla possibilità di considerare come trascurabile, date le enormi distanze, il movimento di spostamento che compie il nostro pianeta attorno al Sole, che invece transita con circa 4 minuti di ritardo rispetto alle altre stelle ogni giorno.
La durata del giorno siderale, praticamente invariabile, è di circa 86.164,1 secondi, altrimenti esprimibili come 23 ore, 56 minuti e 4,0905 secondi.

 

Giorno solare vero e giorno solare medio

Per definire il giorno solare si considera quell’intervallo di tempo che intercorre tra due passaggi consecutivi del Sole su un meridiano di riferimento.
Rispetto al giorno sidereo, basato invece sul passaggio di una stella lontana su un meridiano, il giorno solare dura circa 4 minuti in più, perché occorre tenere in considerazione anche il movimento di rivoluzione che la Terra compie attorno al Sole.
Va detto che il giorno solare non è un valore di misura costante: data la variazione di velocità del moto di rivoluzione della Terra sull’orbita ellittica, che varia nei diversi periodi dell’anno in funzione della seconda legge di Keplero, il giorno solare ha una durata massima nel momento di distanza minima dal Sole (detto perielio), mentre ha una durata minima quando la sua distanza dal Sole è maggiore (cioè all’afelio).
Per comodità e per evitare confusioni, le convenzioni civili internazionali utilizzano il giorno solare medio, che corrisponde alla durata media dei giorni solari durante l’anno, ovvero a 24 ore, che corrispondono a 86400 secondi.
Un minimo ritardo dovuto all’impercettibile ma progressivo rallentamento della rotazione terrestre sul proprio asse fa sì che in realtà la durata del giorno solare medio tenda ad allungarsi di circa due millesimi di secondo ogni cento anni.