Cosa è l'Ora canonica?

Un’antica suddivisione della giornata prevede, nel mondo cristiano, la recita di preghiere comuni (il cosiddetto “Ufficio divino”) ad orari prestabiliti.
Le ore canoniche sono quindi una pratica liturgica, che nella chiesa cattolica d’Occidente (di rito latino) è noto anche con il nome di liturgia delle ore. Data la forte variabilità della lunghezza delle ore nel mondo antico in funzione delle stagioni, la suddivisione oraria risulta piuttosto approssimativa.

 

Cosa è l'Ora italica?

È conosciuta anche con il nome di ora boema ed è un modo di suddividere il giorno che si diffuse soprattutto in Italia in epoca medievale, all’incirca nel XIV secolo, e rimase in uso fino al XVIII secolo.
Secondo questo sistema la giornata aveva normalmente 24 ore, ma il riferimento per iniziare a conteggiarle era il tramonto.
Chiaramente il trascorrere delle stagioni faceva variare anche di molto l’individuazione numerica dell’orario di un momento della giornata, così come la differenza di alcuni minuti che intercorre tra un tramonto e l’altro in due giorni (anche consecutivi) non garantiva una precisione assoluta.
Ancora oggi in alcuni edifici storici italiani sono visibili orologi solari e orologi meccanici che riportano questo tipo di suddivisione oraria.