Solennità del giorno

Annunciazione del Signore -

 

Quando si festeggia Annunciazione del Signore ?

La ricorrenza in cui si celebra è il giorno 25 Marzo

Come si determina il Santo del giorno?

 

L'Annunciazione nel Vangelo

Il termine "Annunciazione" indica il momento in cui l'Arcangelo Gabriele appare a Maria, annunciandole appunto che diverrà Madre di Dio. L'episodio è narrato da Luca nel suo Vangelo, ma la profezia di questo evento si trova già nell'Antico Testamento, nelle parole del profeta Isaia: "Una Vergine concepirà e partorirà un figlio ed Emmanuele sarà il suo Nome". Gabriele dunque appare al cospetto di Maria, giovane sposa ancora vergine, a Nazareth.

Le comunica di essere stata scelta fra le donne per portare in grembo il Figlio di Dio fatto uomo, e Maria nella sua semplicità inizialmente dubita, chiedendo come sia possibile che partorisca data la sua verginità. "Nulla è impossibile a Dio", la rassicura l'Angelo, e Maria accetta dunque la volontà divina. La sua risposta "Eccomi, sono la serva del Signore, avvenga di me quello che hai detto", simboleggia la sua piena accettazione del destino scelto per lei dal Signore, ma anche la risposta della Chiesa tutta alla chiamata divina.

Nel Vangelo di Matteo, l'Arcangelo non solo annuncia a Maria il suo concepimento verginale, ma appare in sogno anche a San Giuseppe suo sposo, il quale, similmente alla sua sposa, nonostante le titubanze accetta senza contestazioni il volere di Dio, in un atto di fede che dev'essere da esempio per l'umanità.
 

La data

Prima la profezia e poi il racconto di Luca hanno fatto parte della storia e delle celebrazioni della chiesa sin dall'antichità. La celebrazione dell'Annunciazione è quindi da sempre parte del calendario liturgico, anche se la festa è stata alternativamente dedicata prevalentemente a Maria o considerata come il primo passo della venuta di Cristo. Il nome infatti è passato da "Annunciazione del Signore" a "Annunciazione della Beata Vergine Maria"; per un certo periodo era conosciuta anche come "Divina Incarnazione".

Fu Paolo VI  a tornare al significato originario della festa, e pur mantenendo il riferimento alla Vergine ha ripreso il nome iniziale. La data del 25 marzo è stata scelta ufficialmente a partire dal VII secolo, con riferimento alla data del Natale, il 25 dicembre, e la anticipa di nove mesi.
 

 

Martirologio romano

Solennità dell’Annunciazione del Signore, quando nella città di Nazareth l’angelo del Signore diede l’annuncio a Maria: «Ecco, concepirai un figlio, lo darai alla luce e verrà chiamato Figlio dell’Altissimo», e Maria rispondendo disse: «Ecco la serva del Signore; avvenga per me secondo la tua parola». E così, compiutasi la pienezza dei tempi, Colui che era prima dei secoli, l’Unigenito Figlio di Dio, per noi uomini e per la nostra salvezza si incarnò nel seno di Maria Vergine per opera dello Spirito Santo e si è fatto uomo.

 

Vedi tutti i santi del mese di Marzo 2020