Solennità del giorno

Dedicazione delle Basiliche dei SS Pietro e Paolo (Basilica di San Pietro (Vaticano), Basilica di San Paolo (Roma)) - Apostoli

 

Quando si festeggia Dedicazione delle Basiliche dei SS Pietro e Paolo?

La ricorrenza in cui si celebra è il giorno 18 Novembre

Come si determina il Santo del giorno?

 

Onomastico del nome

Pietro, Paolo (Piero, Piera, Petra, Paola.)

 

Gli apostoli Pietro e Paolo

Pietro e Paolo sono considerati i principi degli apostoli. Pietro (Simone), fu il primo  a riconoscere la natura divina di Cristo, il quale lo scelse come capo e guida della nascente Chiesa, con le parole "Su questa pietra edificherò la mia casa". Egli fu a tutti gli effetti il primo pontefice della storia, e la prima guida della comunità cristana, da cui la diffusione e l'importanza del culto di questo Santo. Paolo invece parte da un'esperienza di vita completamente diversa.

Inizialmente persecutore di cristiani, il suo nome prima della conversione era Saulo. A differenza di Pietro non conobbe personalmente Gesù, ma ricevette la folgorazione divina sulla via di Damasco. Da lì la sua rapida e decisa conversione, che lo trasformò in un apostolo convinto, dotato di ottima oratoria e grande cultura, capace di conquistare le genti con le sue parole.

Due figure molto diverse tra loro quindi, unite dalla fede e dalla missione apostolica, entrambi martiri a Roma ed entrambi riconosciuti e venerati come pilastri del cristianesimo e della Chiesa.
 

La Basilica di San Pietro

Dopo il martirio, il corpo di Paolo fu sepolto nel luogo della morte, sul colle Vaticano. Fu Costantino, l'imperatore cristiano, a volere la costruzione di diverse basiliche nella città di Roma, e la prima fu proprio quella dedicata a San Pietro.

La costruzione originale dunque risale al IV secolo, e fu terminata la prima volta nel 329. Nel tempo poi la Chiesa è stata più volte ricoostruita, sempre arricchendosi ed abbellendosi. L'attuale edificio sorge sulle spoglie di quello voluto nel 1506 da Papa Giulio II.

Dopo la caduta dell'Impero Romano di Occidente infatti la basilica costantiniana fu rimodernata ed ampliata, affrontando un'imponente opera di restauro e ridefinizione. Nel corso dei secoli i più grandi artisti presero parte alle opere di progettazione e costruzione di questo capolavoro: Bramante, Raffaello, Michelangelo, la cui famosissima Pietà si trova proprio in questa chiesa. Solo nel 1608 l'opera si avviò finalmente al completamento, su progetto di Carlo Maderno. All'interno della Basilica si trova l'Altare della Confessione, dove solamente al pontefice è consentito celebrare Messa in occasioni particolari e sotto al quale sono conservate le spoglie dell'Apostolo.

La Basilica fu consacrata a San Pietro il 18 novembre 1626, da papa Urbano VIII. Con la sua lunghezza di oltre 200m, la Basilica costituisce uno degli edifici più imponenti e di dimensioni maggiori al mondo, in grado di ospitare decine di migliaia di persone al suo interno. 
 

La Basilica di San Paolo

Anche la Basilica di San Paolo sorge sul luogo della sua sepoltura dopo il martirio, fuori dalle mura di Roma, sulla via Ostiense. La tradizione vuole che sia stato il discepolo Timoteo a seppellire il Santo in quel luogo, dopo la decapitazione avvenuta alle Acque Salve. La prima edificazione, dovuta all'imperatore Costantino, terminò nel 324, ed era inizialmente di dimensioni molto più piccole rispetto ad ora.

L'orientamento era rivolto verso la via Ostiense, e sorge su un antico cimitero, dove è stata eretta una cinta protettiva della "Confessione", ovvero della tomba dell'Apostolo. Negli anni e secoli seguenti la costruzione risultò troppo piccola per contenere tutti i pellegrini che affluivano numerosi, per cui venne ampliata attraverso diverse opere di ricostruzione ed ingrandimento.

Tra VIII e IX secolo due fattori attirarono più volte nella Basilica saccheggi e scorrerie: la presenza di tesori di grande valore e la sua ubicazione fuori dalle mura della capitale, in poizione relativamente poco protetta e quindi di facile accesso. Al suo interno, le colonne finemente scolpite, lo splendido ciborio e il marmo bianco dell'altare, insieme agli affrechi ed agli altri ricchi ornamenti sono capaci di lasciare a bocca aperta i viitatori di tutto il mondo.

L'ultima imponente ricostruzione della Basilica si ebbe nel 1823, a seguito di un grave incendio durante alcuni lavori di manutenzione del tetto. Almsuo interno, oltre alla lastra tombale del martire, si trovano conservate le catene che lo avrebbero tenuto legato mentre era sotto sorveglianza in attesa del processo.

 

Dedicazione delle Basiliche dei SS Pietro e Paolo protettore e patrono

San Pietro: patrono di pontefici e pescatori San Paolo: patrono di vescovi e missionari

Patroni o compatroni di numerosissime località italiane e non

 

Santuario principale

Basilica di San Pietro Apostolo (Vaticano), Basilica di San Paolo Apostolo (Roma)

 

Martirologio romano

Dedicazione delle basiliche dei santi Pietro e Paolo, Apostoli, delle quali la prima, edificata dall’imperatore Costantino sul colle Vaticano al di sopra del sepolcro di san Pietro, consunta dal tempo e ricostruita in forma più ampia, in questo giorno fu nuovamente consacrata; l’altra, sulla via Ostiense, costruita dagli imperatori Teodosio e Valentiniano e poi distrutta da un terribile incendio e completamente ricostruita, fu dedicata il 10 dicembre. Nella loro comune commemorazione viene simbolicamente espressa la fraternità degli Apostoli e l’unità della Chiesa.

 

Vedi tutti i santi del mese di Novembre 2020