Nome e Titolo del Santo del Giorno

San Domenico Savio - Adolescente

 

Quando si festeggia San Domenico Savio?

La ricorrenza in cui si celebra è il giorno 9 Marzo

Come si determina il Santo del giorno?

 

Onomastico del nome

Domenico

 

Vita e opere

Domenico Savio è uno dei pochi ragazzi fatti santi senza martirio, come Luigi Gonzaga e Maria Goretti. Il suo comportamento esemplare, osservato e testimoniato da San Giovanni Bosco, insieme ad alcuni miracoli per cui è noto, gli hanno valso la canonizzazione nel 1954, da Papa Pio XII. Nasce nei pressi di Torino nel 1842. Il padre era fabbro e la madre sarta, la famiglia numerosa e non agiata, ma di solidi principi cristiani.

Data la sua attitudine allo studio e la sua maturità spirituale, il suo maestro Don Cugliero lo segnala all'amico Don Giovanni Bosco, che all'età di dodici anni lo ammette al suo oratorio di Valdocco a Torino.

Già in precedenza, facendo una grandissima eccezione per l'epoca, Domenico era stato ammesso alla prima comunione a soli sette anni. In quell'occasione il bambino si ripromise scrivendole addirittura di seguire alcune semplici regole: Maria sarebbe stata la sua amica, e avrebbe preferito morire piuttosto che peccare. Domenico studia coscienziosamente e segue scrupolosamente le indicazioni di Don Bosco, a cui aveva apertamente chiesto di aiutarlo a divenire santo. Si dedica ai suoi compagni, sempre sorridendo e prendendosi cura dei più deboli, malati, emarginati o bisognosi.

La sua idea di fondare la Compagnia dell'Immacolata, ovvero di raggruppare gli amici allo scopo di fare del bene, ebbe l'immediata approvazione di Don Bosco. Domenico muore nel 1857, a soli 15 anni: tubercolotico, la sua salute da sempre cagionevole si aggravò tanto da non poter più essere curato. Le sue ultime parole sul letto di morte furono "Che bella cosa io vedo mai!", riferendosi alla visione della Madonna, come lui stesso raccontò poi a Don Bosco apprendogli in sogno.
 

Miracoli di San Domenico Savio

E' lo stesso Don Bosco a scrivere la vita di Domenico, raccontandone le virtù ed il più conosciuto tra i prodigi a lui attribuiti. Un giorno Domenico si recò a trovare la madre, in procinto di partorire uno dei suoi fratelli. Trovandola malata ed in gravi condizioni, la abbracciò, poggiandole sul collo un pezzetto di seta cucito a mò di vestina.

La madre si riprese, e sia lei che il bambino furono salvi. La stessa madre si accorse dell'abitino lasciatole da Domenico solo dopo che il parto fu avvenuto con successo. Altri miracoli avvenuti per sua intercessione furono la guarigione di Antonietta Micelli, che si rivolse al Santo dopo aver visto per caso una sua immagine su una rivista, e quella di Maria Porcelli, a Maglie, per cui l'intercessione di Domenico avviene su preghiere dello stesso medico della donna.
 

Emblema

San Domenico Savio viene generalmente rappresentato con in mano un libro.


Venerato da

Chiesa cattolica

 

San Domenico Savio protettore e patrono

Protettore delle gestanti e delle partorienti, dei chierichetti, dei pueri cantores.

 

Martirologio romano

A Mondonio in Piemonte, san Domenico Savio, che, fin dalla fanciullezza di animo dolce e lieto, ancora adolescente percorse speditamente la via della cristiana perfezione.

 

Vedi tutti i santi del mese di Marzo 2019