Nome e Titolo del Santo del Giorno

San Gaetano Thiene (Gaetano Thiene) - Sacerdote

 

Quando si festeggia San Gaetano Thiene?

La ricorrenza in cui si celebra è il giorno 7 Agosto

Come si determina il Santo del giorno?

 

Onomastico del nome

Gaetano

 

Vita ed opere

Gaetano nacque in una nobile famiglia vicentina nel 1480. Il padre Gasparo morì quando Gaetano era ancora bambino, e fu la madre Maria da Porto ad occuparsi dell'educazione dei figli, impartendo loro una solida dottrina cattolica. Gaetano studiò a Padova con profitto, e qui prese la laurea in giurisprudenza. Desideroso di dedicarsi alla vita religiosa, per lungo tempo non prese i voti, perché la madre sperava in lui per portare avanti il nome della famiglia.

Riuscì però nel 1505 a costruire una chiesa sui possedimenti della famiglia, la chiesa di Santa Maria Maddalena a Rampazzo, che costituisce ancor oggi la chiesa parrocchiale del luogo. Si avvicinò comunque al mondo ecclesiastico, trasferendosi a Roma e divenendo segretario personale di papa Giulio II, oltre che protonotario apostolico

Tra i suoi incarichi vi era quello di redigere lettere apostoliche, cosa che gli permise di entrare in contatto con moltissime personalità della curia. Non si lasciò affascinare dagli sfarzi della vita dell'alto clero, anzi, avendone notata la corruzione dei costumi, mirava ad una riforma che riportasse la vita dei religiosi alle origini. Si adoperò con l'esempio e la sua condotta ad un apostolato dedito ai più poveri e bisognosi, in particolare recandosi negli ospedali ad assistere gli ammalati. Finalmente ricevette gli ordini da sacerdote (1515), anche se non ritenendosi degno, celebrò la prima messa solo l'anno successivo.

Rientrato nella città natale nel 1519, a lui si deve la ristrutturazione dell'Ospedale della Misericordia. In seguito a Verona si unì alla compagnia del Santissimo Corpo di Cristo, e fondò il nuovo ospedale degli Incurabili. Trascrose qui una decina d'anni, e tornò a Roma nel 1527. L'intento di riformare dall'interno la chiesa non lo aveva abbandonato, e la confraternita di sacerdoti che si era unita a lui ebbe l'approvazione di Papa Clemente VII. La loro regola fu riconosciuta, ed il nuovo ordine di chierici regolari fu allora conosciuta come "Teatini". 

I dodici membri della congregazione furono imprigionati durante l'occupazione dei Lanzichenecchi; fuggiti, si spostarono a Venezia e poi a Napoli, dove Gaetano continuò la sua opera di umile apostolato ed assistenza ai malati. Gaetano Thiene morì a Napoli nel 1547.
 

Il Santo della Provvidenza

La fiducia di San Gaetano nella Provvidenza è testimoniata dalla sua Regola: la povertà dei Teatini è infatti esacerbata dalla proibizione di chiedere elomosine. Ai membri infatti è permesso accettare ciò che i fedeli offrono, ma non possono chiedere. Devono lasciarsi guidare dalla fede nella Provvidenza, abbandonandosi completamente ad essa.
 

Venerato da

Chiesa cattolica

 

San Gaetano Thiene protettore e patrono

Patrono dei disoccupati

 

Santuario principale

Basilica di San Paolo Maggiore, Napoli

 

Martirologio romano

San Gaetano da Thiene, sacerdote, che a Napoli si dedicò a pie opere di carità, in particolare adoperandosi per i malati incurabili, promosse associazioni per la formazione religiosa dei laici e istituì i Chierici regolari per il rinnovamento della Chiesa, rimettendo ai suoi discepoli il dovere di osservare l’antico stile di vita degli Apostoli.

 

Vedi tutti i santi del mese di Agosto 2020