Nome e Titolo del Santo del Giorno

San Giuseppe da Copertino (Giuseppe Maria Desa) - Sacerdote

 

Quando si festeggia San Giuseppe da Copertino?

La ricorrenza in cui si celebra è il giorno 18 Settembre

Come si determina il Santo del giorno?

 

Onomastico del nome

Giuseppe, Giuseppina (Pino, Pina, Peppe)

 

Vita ed opere

Giuseppe Maria Desa è originario di Copertino, in provincia di Lecce. Nacque nel 1603 in una situazione familiare particolarmente disagiata: il padre, pieno di debiti, si era dato alla macchia per non farsi trovare dai creditori. In compenso, la madre fu rigida e rigorosa, dandogli un'educazione seria che egli stesso definì come un primo noviziato. Iniziò l'istruzione elementare, ma dovette lasciare presto la scuola per via di una grave malattia che lo costrinse a letto per anni.

Dopo aver tentato senza successo il mestiere di calzolaio, venne rifiutato dai frati minori sia come novizio che come laico, giudicato inadatto. Vergognoso, si rifugiò da uno zio, che lo nascose per un certo periodo presso una chiesetta, dato che il padre nel frattempo era morto ed ora i creditori cercavano lui per saldare i famosi debiti.

Sotto la guida dello zio si rimise a studiare per prendere i voti. Le sue difficoltà con la lettura, il latino e lo studio erano evidenti, ma la Provvidenza lo aiutò durante gli esami, permettendogli finalmente di diventare sacerdote nel 1628. Per supplire alla sua limitatezza, rimase al convento della Grottella, dove presto divenne noto per le fervide orazioni, la devozione alla Madonna e la miracolosa semplicità dei suoi inviti alla preghiera.

Allontanato da Grottella, fu mandato ad Assisi, dove i superiori speravano che la sua fama diminuisse. Ciò non successe, complice il fatto che nel fervore della celebrazione, quando diceva Messa veniva preso da estasi e frenesia, a volte cantando e ballando. Fu di nuovo trasferito per allontanarlo dalle folle, controllato dall'Inquisizione ed accusato di Messianesimo. Ai suoi confratelli era ordinato di non diffondere la notizia della sua presenza, ed a lui di non avere contatti con l'esterno e non mostrarsi in pubblico.

Spostato in luoghi sempre più sconosciutì, venne infine condotto ad Osimo, dove morì nel 1663.
 

Miracoli di San Giuseppe da Copertino

In vita, la Provvidenza accorse più volte in favore del giovane Giuseppe. Guarito miracolosamente da una malattia cancerosa, era inoltre preso da estasi durante la preghiera che gli causarono le accuse di messianesimo. Miracoli di varia natura, levitazioni, guarigioni, gli fruttarono la fama di santo ben prima della sua morte.
 

Venerato da

Chiesa Cattolica

 

San Giuseppe da Copertino protettore e patrono

Patrono di astronauti, aviatori, piloti e passeggeri d'aereo, esaminandi e studenti in difficoltà

Patrono della città di Osimo e di altre località italiane

 

Santuario principale

Basilica di San Giuseppe da Copertino

 

Martirologio romano

A Osimo nelle Marche, san Giuseppe da Copertino, sacerdote dell’Ordine dei Frati Minori Conventuali, che, nonostante le difficoltà affrontate durante la sua vita, rifulse per povertà, umiltà e carità verso i bisognosi di Dio.

 

Vedi tutti i santi del mese di Settembre 2020