Nome e Titolo del Santo del Giorno

San Pietro Crisologo (Pietro) - Vescovo

 

Quando si festeggia San Pietro Crisologo?

La ricorrenza in cui si celebra è il giorno 30 Luglio

Come si determina il Santo del giorno?

 

Onomastico del nome

Pietro

 

Vita ed opere

Pietro nacque ad Imola verso la fine del IV secolo. Originario di una famiglia benestante, ricevette la prima istruzione ed in seguito i primi voti dal vescovo Cornelio, di cui fu a lungo discepolo. Quando morì il vescovo di Ravenna, il popolo votò la nomina di Cornelio, che si recò a Roma assieme al giovane Pietro per far sancire la carica da papa Sisto III.

Accadde allora che il papa stesso vide in sogno San Pietro Apostolo, il quale gli suggerì invece di nominare Pietro al posto di Cornelio. Il papa così fece, e nel 430 circa Pietro divenne vescovo della città di Ravenna, luogo particolarmente importante per la chiesa cattolica. Il soprannome "crisologo" significa "dalle parole d'oro", ed infatti l'abilità oratoria era una delle maggiori doti del nuovo vescovo. Assieme ad essa, Pietro era in grado di governare con umiltà e giustizia, e durante la sua carica il vescovato ravennate visse un periodo di grande splendore.

Si adoperò contro le eresie, in particolare contro la confusione tra natura divina e umana di Gesù dovuta alle teorie di Eutiche. Anche in questo caso il suo carattere non si smentì, poiché i discorsi di Pietro contro Eutiche sono improntati ad una ferma dolcezza, ed indirizzano l'eretico verso l'obbedienza al Papa. Pietro morì nel 450 circa, rimanendo vescovo amatissimo dalla popolazione. Di lui rimangono moltissimi discorsi ed omelie, a testimonianza della sua cultura e della sua forte personalità.

Emblema

Bastone pastorale

Venerato da

Chiesa cattolica

 

Santuario principale

Santuario di Padova

 

Martirologio romano

San Pietro, detto Crisologo, vescovo di Ravenna e dottore della Chiesa, che, munito del nome del beato Apostolo, ne svolse lo stesso ministero con tale maestria, da attirare alla fede le folle con la rete della sua celeste dottrina, saziandole con la dolcezza del suo divino eloquio. Il suo transito avvenne il 31 luglio a Imola in Romagna.

 

Vedi tutti i santi del mese di Luglio 2020