Nome e Titolo del Santo del Giorno

San Sofronio di Gerusalemme (Sofronio) - Patriarca

 

Quando si festeggia San Sofronio di Gerusalemme?

La ricorrenza in cui si celebra è il giorno 11 Marzo

Come si determina il Santo del giorno?

 

Onomastico del nome

Sofronio

 

Vita ed opere

Nato intorno al 540, Sofronio era originario di Damasco. Compì buona parte dei suoi studi nella città natale, ed era noto per essere un grande letterato, nonché conosciuto come sofista. Terminata la sua formazione, decise di viaggiare, recandosi prima di tutto in Giudea.

Qui ebbe contatti con gli ambienti religiosi, e conobbe personalmente Giovanni Mosco, al quale si era affidato per la sua direzione spirituale, e con il quale instaurò un solido e profondo rapporto di amicizia. Sofronio trascorse lunghi periodi della sua vita in solitudine, ritirato in preghiera e meditazione, contraendo una grave malattia agli occhi che lo rese quasi cieco.

Gli venne poi restituita la vista per intercessione di Ciro e Giovanni, martiri di Alessandria. Insieme Sofronio e Govanni viaggiarono in oriente (Siria, Egitto, Palestina), per conoscere e trascorrere del tempo con i religiosi in diversi monasteri. Compirono diversi viaggi, rientrando in Palestina alla fine del VI secolo, per poi rifugiarsi a Roma quando l'esercito Persiano conquistò la Palestina nel 614.

Qui il suo compagno di viaggio morì nel 619, e dopo averlo sepolto Sofronio tornò definitivamente in Palestina. Fu eletto patriarca di Gerusalemme nel 634, e mantenne la carica per quattro anni, fino alla morte. 
 

Venerato da

Chiese cattolica ed ortodossa

 

Martirologio romano

A Gerusalemme, san Sofronio, vescovo, che ebbe per maestro e amico Giovanni Mosco, con il quale visitò i luoghi del monachesimo; eletto dopo Modesto vescovo di questa sede, quando la Città Santa cadde nelle mani dei Saraceni, difese con forza la fede e l’incolumità del popolo.

 

Vedi tutti i santi del mese di Marzo 2020