Nome e Titolo del Santo del Giorno

San Vincenzo De' Paoli (Vincent de Paul) - Sacerdote e Fondatore

 

Quando si festeggia San Vincenzo De' Paoli?

La ricorrenza in cui si celebra è il giorno 27 Settembre

Come si determina il Santo del giorno?

 

Onomastico del nome

Vincenzo, Vincenza (Enzo, Enza)

 

Vita ed opere

Vincenzo De' Paoli (Vincent de Paul) nacque in Francia, a Pouy, nel 1581, in una numerosa famiglia contadina. Lavora duramente per aiutare i genitori, finché nella prima adolescenza viene iscritto ad un collegio francescano, dove studierà per tre anni grammatica e latino. Lavora per qualche tempo come precettore presso una famigla ricca, ma sentendo una forte vocazione decide di prendere i voti, e nel 1600 riceve il sacerdozio.

Rapito durante un viaggio, riesce a fuggire dalla prigionia in Tunisia, insieme al suo padrone, che nel frattempo si era convertito. Rientrato in Francia, trascorre diversi anni tra il servizio alla corte (fu cappellano di Margherita di Valois) e come curato. Si dedica in particolare al catechismo ed all'assistenza ai ceti inferiori, soprattutto contadini e indigenti. Il suo impegno non si ferma qui: conosciuto il mondo delle carceri attraverso il  marchese di Gondi che ne era governatore generale, si adopera per migliorare le condizioni dei prigionieri.

Grazie al suo duro lavoro ed al sostegno di molti mecenati, Vincenzo riesce a fondare diverse opere di carità: ospedali, rifugi, scuole, istituendo ufficialmente la compagnia delle Serve dei Poveri nel 1617, perché gestissero queste opere pie. Contemporaneamente, un gran numero di sacerdoti accorre al priorato di San Lazzaro, dove viene istruita e formata come corpo missionario in sensolato.

I Lazzaristi divennero così stimati nell'ambiente ecclesiastico, che presto divenne comune per i novizi ed i postulanti di altri ordini religiosi trascorrere presso di loro un certo periodo di tempo formativo. Si occuparono non solo dell'evangelizzazione delle zone rurali, ma anche di missioni fuori Europa, ad esempio in Madagascar. Ad essi si agigunsero poi le Figlie della Carità, che ancora oggi sono uno degli ordini religiosi femminili più numerosi del mondo. Vincenzo morì nel 1660, con il merito di aver profondamente riformato il sistema della carità, e contribuito al rinnovamento dei costumi ed al ritorno alle missioni evangelizzatrici e caritatevoli originarie della chiesa. 
 

Venerato da


Chiesa cattolica

 

San Vincenzo De' Paoli protettore e patrono

Protettore di prigionieri, schiavi, carceri e sistema penitenziario in generale, infermieri, bambini orfani e abbandonati, opere di carità

Patrono del Madagascar e della località italiana di Casagiove

 

Santuario principale

Casa Madre dei Vincenziani (Parigi)

 

Martirologio romano

Memoria di san Vincenzo de’ Paoli, sacerdote, che, pieno di spirito sacerdotale, a Parigi si dedicò alla cura dei poveri, riconoscendo nel volto di ogni sofferente quello del suo Signore e fondò la Congregazione della Missione, nonché, con la collaborazione di santa Luisa de Marillac, la Congregazione delle Figlie della Carità, per provvedere al ripristino dello stile di vita proprio della Chiesa delle origini, per formare santamente il clero e per assistere i poveri.

 

Vedi tutti i santi del mese di Settembre 2020