Nome e Titolo del Santo del Giorno

San Vincenzo Ferrer (Vicent Ferrer) - Predicatore

 

Quando si festeggia San Vincenzo Ferrer?

La ricorrenza in cui si celebra è il giorno 5 Aprile

Come si determina il Santo del giorno?

 

Onomastico del nome

Vincenzo

 

Vita ed opere

Vicent Ferrer nacque a Valencia nel 1350. Suo padre era di origini inglesi, trasferitosi in Spagna prima della nascita del figlio. Sin da bambino emerge la sua vocazione, e ancora fanciullo intraprende gli studi che lo porteranno a prendere i voti come Domenicano nel 1367. La sua carriera di predicatore comincia quasi subito, ed il suo successo preso le folle era talmente grande che spesso doveva tenere i suoi sermoni all'aperto, in mancaza di chiese che potessero contenere tutti coloro accorsi ad ascoltarlo.

Durante lo scisma papale, che vedeva contrapposto Papa Urbano VI a Roma e papa Benedetto XIII ad Avignone, Vincenzo cercò una mediazione, riuscendo infine a convincere il re Ferdinando di Aragona a ritirare il suo appoggio all'antipapa, e ponendo fine allo scisma.

La predicazione di Vincenzo Ferrer si svolse prevalentemente in Francia, ma anche in Spagna, Italia, e secondo alcune fonti spingendosi fino a Scozia e Inghilterra.

Stremato dai viaggi e dalle continue predicazioni, Vincenzo morì a Vannes nel 1419. Il culto per la sua figura si sviluppò spontaneamente e velocemente a partire dalla Francia, diffindendosi rapidamente in tutta Europa.

Fu canonizzato nel 1458 da Papa Pio II.
 

Miracoli di San Vincenzo Ferrer

Particolarmente noto il prodigio delle lingue: durante una sua predicazione nella città di Genova, ognuno dei presenti lo sentì parlare nella sua lingua, nonostante il sacerdote conoscesse solamente il castigliano. Si narra che Vincenzo compisse moltissimi miracoli, soprattutto resurrezioni e guarigioni, tanto che gli fu proibito dal vescovo.

Vedendo un giorno un uomo cadere da una grande altezza, Vincenzo lo bloccò miracolosamente sospeso nell'aria, ma non volendo contravvenire agli ordini del vescovo lasciò l'uomo sospeso e si recò dal suo superiore a chiedere il permesso di terminare l'opera di salvataggio. Solo quando il vescovo, accorso sul luogo del miracolo, diede il suo consenso, Vincenzo terminò il prodigio salvando la vita all'uomo. 
 

Emblema

Stella, Globo infuocato.
 

Venerato da

Chiesa cattolica.

 

San Vincenzo Ferrer protettore e patrono

Protettore dei costruttori, vittime di terremoti e fulmini, predicatori.

Patrono delle città di Camerota (Salerno), Messina, Gombio (RE), Stromboli, Montebuono, ed altre località in Italia ed in Europa.

 

Martirologio romano

San Vincenzo Ferrer, sacerdote dell’Ordine dei Predicatori, che, spagnolo di nascita, fu instancabile viaggiatore tra le città e le strade dell’Occidente, sollecito per la pace e l’unità della Chiesa; a innumerevoli popoli predicò il Vangelo della penitenza e l’avvento del Signore, finché a Vannes in Bretagna, in Francia rese lo spirito a Dio.

 

Vedi tutti i santi del mese di Aprile 2020