Nome e Titolo del Santo del Giorno

Sant'Antonino Fantosati (Antonio Fantosati) - Martire

 

Quando si festeggia Sant'Antonino Fantosati?

La ricorrenza in cui si celebra è il giorno 7 Luglio

Come si determina il Santo del giorno?

 

Onomastico del nome

Antonio (Antonino)

 

Vita ed opere

Nato a Trevi nel 1842, Antonio Fantosati cambiò il suo nome in Antonino dopo aver preso i voti come sacerdote a 23 anni (1865). Faceva parte dell'ordine dei Frati Minori, ed insieme ad altri otto frati francescani partì in missione per la Cina. La presenza francescana in Cina era già forte, e la missione nella regione del Hu-Pé piuttosto consolidata.

Frà Antonino guadagnò la stima e la fiducia della popolazione, vestendo abiti cinesi in segno di rispetto ed imparando velocemente la lingua e gli usi e costumi locali. Sempre in segno di rispetto per gli abitanti, cambiò anche il suo nome, assumendo quello cinese di  Fan-hoae-te. Durante gli anni della missione si distinse per l'impegno apostolico nell'evangelizzazione e nella lotta ai vizi, soprattutto quello dell'oppio, che dilagavano nella regione cinese.

Salì velocemente i gradi ecclesiastici, fino a che nel 1892 assunse il ruolo di vicario apostolico dell'Hunan meridionale. I suoi modi e la sua dedizione rispettosa alla comunità permisero a una novantina di famiglie di avvicinarsi al cristianesimo e convertirsi. Inizialmente la sua opera fu bene accolta anche dalle autorità cinesi, soprattutto durante i periodi più difficili di peste e carestie, quando fu evidente l'impegno del sacerdote per il benessere della popolazione. 

Dopo anni di missione, Antonino rientrò in Italia per alcuni mesi, per riposare corpo e mente. Si recò in pellegrinaggio in diversi luoghi francescani, e rientrò in Cina nel 1889. Riprese immediatamente l'attività apostolica, con l'impegno e lo zelo che lo contraddistingueva. Nel 1900 i Boxers stavano arrivando agli apici delle violenze e delle persecuzioni ai cattolici in particolare ed agli europei in generale.

Durante una prolungata assenza del vescovo ne distrussero la sede, così come fecero con l'Orfanotrofio da lui eretto. 
 

Martirio di Sant'Antonino Fantosati

Informato di quanto stava accadendo presso la sede episcopale in mano ai Boxers, Fantosati si imbarcò per rientrare, insieme a pochi altri cristiani, sia sacerdoti che civili. Quando arrivarono furono circondati dai rivoltosi e da parte della popolazione da essi sobillata. La violenza fu dura: Fantosati e padre Gambaro furono picchiati, presi a sassate ed insultati.

Padre Gambaro morì velocemente, mentre Sant'Antonino fu impalato su una canna di bambù, e morì martire dopo ore di agonia.
 

Venerato da

Chiesa cattolica

 

Martirologio romano

Vicino alla città di Hengyang nella provincia dello Hunan in Cina, sant’Antonino Fantosati, vescovo, e Giuseppe Maria Gambaro, sacerdote dell’Ordine dei Minori, che, durante la persecuzione dei Boxer, approdati per portare aiuto ai fedeli, morirono lapidati.

 

Vedi tutti i santi del mese di Luglio 2020