Nome e Titolo del Santo del Giorno

Sant'Antonio (Antonio ) - Abate ed Eremita

 

Quando si festeggia Sant'Antonio?

La ricorrenza in cui si celebra è il giorno 17 Gennaio

Come si determina il Santo del giorno?

 

Onomastico del nome

Antonio (Antonia, Antonino, Antonella, Antonello)

 

Vita ed opere

Sant'Antonio Abate era originario dell'Egitto. Nacque in una famiglia benestante e profondamente religiosa, intorno al 250. Rimasto orfano dei genitori ancora giovane, ereditò i loro beni ed il compito di occuparsi di una sorella. Conservò solamente il necessario per il mantenimento di quest'ultima, vendendo e donando il resto in beneficenza. Seguendo l'esempio di un anacoreta, decide in seguito di ritirarsi a vita eremitica, dapprima in una grotta nei pressi del deserto ed in seguito su un monte isolato.

La sua fama cresce, e nonostante tenti di fuggire dal contatto col mondo per dedicarsi a contemplazione, preghiera e penitenza, il popolo sempre più spesso lo cerca per avere da lui conforto e consiglio. Abbandonò la vita isolata all'inizio del IV secolo, per recarsi ad Alessandria: ivi infatti la persecuzione contro i cristiani era sempre più violenta, ed Antonio fece tutto ciò che poteva per soccorrere, aiutare e confortare coloro che ne subivano le conseguenze.

Rientrato nel deserto quando la situazione ad Alessandria si fece più tollerante, era ormai per lui impossibile rimanere in isolamento. Una comunità sempre più numerosa di seguaci creceva accanto a lui, tanto da valergli l'appellativo di "padre del monachesimo".

Morì nel 356.
 

Miracoli di Sant'Antonio Abate

Durante i decenni di vita ascetica, Sant'Antonio si trovò spesso alle prese con il demonio personificato, e con le sue tentazioni, a cui però riuscì sempre a resistere. E' noto come taumaturgo, e moltissimi sono i fedeli che sostengono di essere stati guariti da diverse malattie proprio grazie alla sua intercessione.
 

Emblema

Croce a T, maiale, campana, bastone pastorale
 

Venerato da

Tutte le chiese che ammettono il culto dei santi

 

Sant'Antonio protettore e patrono

Patrono di salumieri, macellai, contadini, degli animali domestici. Invocato contro diverse malattie della pelle, tra cui il cosiddetto "fuoco di S. Antonio".

Patrono di numerosissime località italiane e non, tra cui: Sant'Antonio di Gallura, Sant'Angelo Lodigiano, Novoli, Dolceacqua, Cassaro, Malalbergo, Fivizzano, Burgos, Aci Sant'Antonio.

 

Santuario principale

Monastero di Sant'Antonio (Egitto)

 

Martirologio romano

Memoria di sant’Antonio, abate, che, rimasto orfano, facendo suoi i precetti evangelici distribuì tutti i suoi beni ai poveri e si ritirò nel deserto della Tebaide in Egitto, dove intraprese la vita ascetica; si adoperò pure per fortificare la Chiesa, sostenendo i confessori della fede durante la persecuzione dell’imperatore Diocleziano, e appoggiò sant’Atanasio nella lotta contro gli ariani. Tanti furono i suoi discepoli da essere chiamato padre dei monaci.

 

Vedi tutti i santi del mese di Gennaio 2020