Nome e Titolo del Santo del Giorno

Sant'Eusebio di Vercelli (Eusebio) - Vescovo

 

Quando si festeggia Sant'Eusebio di Vercelli?

La ricorrenza in cui si celebra è il giorno 2 Agosto

Come si determina il Santo del giorno?

 

Onomastico del nome

Eusebio

 

Vita ed opere

Nato fra III e IV secolo, sembra che Eusebio fosse originario della Sardegna, trasferitosi a Roma con la famiglia in fanciullezza. Qui compì gli studi ecclesiastici e prese i voti, guadagnandosi la stima di Papa Giulio I, che gli diede la nomina a vescovo di Vercelli intorno al 345. Fu il primo vescovo della neonata arcidiocesi. Si fece apprezzare come vescovo per la schiettezza della sua oratoria, e per l'esempio virtuoso con cui non governava la diocesi ma conduceva la sua vita quotidiana. Si deve a lui l'idea di far vivere in comunità gli ecclesiastici, secondo il modello orientale.

Fervente ortodosso, si impegnò arduamente per combattere la diffusione dilagante dell'eresia ariana. Questo gli provocò non poche inimicizie, finché il suo rifiuto di firmare gli atti del concilio di Milano del 355 gli costò l'esilio in Terrasanta, dove sembra sia stato perseguitato e torturato. Trascorse sette anni lontano dall'Italia, finché all'imperatore Costanzo II succedette Giuliano l'Apostata.

Egli non era interessato alle dispute tra cristiani, perciò permise il ritorno dei vescovi in esilio, ed Eusebio poté finalmente riprendere la sua carica a Vercelli. Sembra che proprio dall'esperienza di esilio in Oriente Eusebio abbia riportato una statua della Madonna Nera, ed insieme ad essa il relativo culto, diffuso ancor oggi in Piemonte.

A Eusebio si deve inoltre la fondazione della diocesi di Tortona, nonché l'evangelizzazione di una parte della Gallia con l'isediamento di religiosi sul terriotorio. Fondatore dei santuari di Oropa (Biella) e Crea (Alessandria). Morì a Vercelli nel 371 circa.
 

Emblema

Bastone pastorale e mitra
 

Venerato da

Chiesa cattolica

 

Sant'Eusebio di Vercelli protettore e patrono

Protettore delle città di Vercelli ed Ottiglio e della regione Piemonte

 

Santuario principale

Duomo di Vercelli

 

Martirologio romano

Sant’Eusebio, primo vescovo di Vercelli, che consolidò la Chiesa in tutta la regione subalpina e per aver confessato la fede di Nicea fu relegato dall’imperatore Costanzo a Scitopoli e poi in Cappadocia e nella Tebaide. Ritornato otto anni più tardi nella sua sede, si adoperò strenuamente per ristabilire la fede contro l’eresia ariana.

 

Vedi tutti i santi del mese di Agosto 2020