Nome e Titolo del Santo del Giorno

Sant'Ugo di Grenoble (Ugo di Chateauneuf) - Vescovo

 

Quando si festeggia Sant'Ugo di Grenoble?

La ricorrenza in cui si celebra è il giorno 1 Aprile

Come si determina il Santo del giorno?

 

Onomastico del nome

Ugo

 

Vita ed opere

Ugo nacque nel 1053 a Châteauneuf-sur-Lers, località della Francia Meridionale, nell'antica provincia del Delfinato.

Figlio di famiglia nobile, venne educato ad una morale cristiana di carità e sacrificio. Il padre era un alto ufficiale, che svolgeva il suo ruolo militare conciliandolo con la fede ed i dettami della religione. La madre, pia e devota, trasmise i valori cristiani al giovane Ugo.Il ragazzo portò a termine gli studi senza difficoltà, e sin da giovane era attratto da un ideale di vita in meditazione, solitudine e preghiera. Spiccava però fra tutti i canonici per la sua moralità e per le sue qualità umane e spirituali. Intorno al 1080, quando ancora non aveva compiuto 30 anni, fu eletto vescovo della città di Grenoble, e seppur malvolentieri data la sua umiltà, accettò l'incarico.

Svolse le sue funzioni con impegno e determinazione, dedicandosi ad una importante riforma dei costumi, affinché sia il clero che la popolazione tornassero ad aderire ad una morale cristiana ormai in declino. Combatté la simonia (ovvero l'usanza diffusa di comprare le cariche ecclesiastiche) ed il nicolaismo, a favore del celibato nel clero.

In linea con le sue idee fu San Bruno di Colonia, al quale il vescovo Ugo donò alcuni terreni nella zona montuosa di Chartreuse, per permettere alla nascente comunità dei Certosini di stabilire una base ed un monastero. Ugo si recava spesso in visita al monastero dei Certosini, e si adoperò in diversi modi per sostenere ed ampliare le loro comunità. Intorno ai settant'anni chiese il permesso a Papa Onorio II di ritirarsi finalmente a vita solitaria, ma dovette presto rientrare nella sua diocesi su richiesta dello stesso pontefice, che lo considerava insostituibile.

Morì a Grenoble nel 1132.
 

Emblema

Bastone pastorale
 

Venerato da

Chiesa cattolica

 

Sant'Ugo di Grenoble protettore e patrono

Patrono della città di Grenoble e di numerose altre località, soprattutto in Francia.

 

Santuario principale

Cattedrale di Notre Dame (Grenoble)

 

Martirologio romano

A Grenoble in Burgundia, nell’odierna Francia, sant’Ugo, vescovo, che si adoperò per la riforma dei costumi del clero e del popolo e, durante il suo episcopato, amando ardentemente la solitudine, donò a san Bruno, un tempo suo maestro, e ai suoi compagni l’eremo di Chartroux, di cui fu pure primo abate; resse la sua Chiesa per circa cinquant’anni con l’esempio premuroso della sua carità.

 

Vedi tutti i santi del mese di Aprile 2020