Nome e Titolo del Santo del Giorno

Santa Chiara d'Assisi (Chiara Scifi) - Vergine

 

Quando si festeggia Santa Chiara d'Assisi?

La ricorrenza in cui si celebra è il giorno 11 Agosto

Come si determina il Santo del giorno?

 

Onomastico del nome

Chiara (Mariachiara, Clara)

 

Vita ed opere

Nata nel 1194, Chiara era figlia della famiglia nobile degli Offreducci. Quando San Francesco rifiutò le ricchezze paterne dando origine all'avventura dei Francescani, Chiara era solamente una bambina. Affascinata però dalla storia di Francesco, sette anni dopo fuggì di casa per raggiungerlo alla Porziuncola, con l'intenzione di seguire il suo esempio. Aveva circa 18 anni. Il Santo la accolse e le fece indossare l'abito francescano dopo averle tagliato i capelli.

Il taglio dei capelli non è confermato da tutte le fonti storiche, ma la sua importanza sta nel simbolismo sottostante di asservimento al Singore. Inizialmente Chiara visse nel monastero di San Paolo, presso i Benedettini, ma il padre la trovò e tentò di convincerla ad abbandonare quella vita. Chiara allora si rifugiò a San Damiano, dove con l'aiuto di Francesco sorse la prima comunità femminile delle Clarisse (inizialmente chiamate le "povere recluse").

Chiara redasse poi la prima regola ufficiale per il nuovo ordine, dove era sottolineato in particolare il voto di povertà. L'approvazione papale della regola arrivò solo nel 1253, e vide la Santa impegnarsi ed impuntarsi per ottenere il privilegio della povertà, mentre il clero insisteva perché le Clarisse accettassero una regola già esistente anziché redigerne una nuova.

Chiara morì lo stesso anno, l'11 agosto 1253, poco dopo l'approvazione ufficiale del nuovo ordine. La sua vita si svolse tra penitenze e sacrifici, in estrema povertà ed in malattia. 
 

Miracoli di Santa Chiara d'Assisi

Impossibilitata ad assistere alla Messa di Natale celebrata da Francesco per via del suo stato di salute, le apparve sul muro della cella il mistero dell'Eucarestia, ed un angelo le diede modo di fare la comunione. Nel 1240, durante l'invasione saracena di Assisi, la Santa nonostante fosse molto malata, si fece condurre davanti al nemico con il Tabernacolo. Pregò affinché il Signore proteggesse la città, e i Saraceni miracolosamente si ritirarono salvando la città.
 

Emblema

Ostia, Giglio
 

Venerata da

Chiesa cattolica

 

Santa Chiara d'Assisi protettore e patrono

Patrona della televisione e delle telecomunicazioni in generale

Patrona delle città di Iglesias, Assisi, e numerose altre località in Italia ed all'estero.

 

Santuario principale

Basilica di Santa Chiara (Assisi)

 

Martirologio romano

Memoria di santa Chiara, vergine, che, primo virgulto delle Povere Signore dell’Ordine dei Minori, seguì san Francesco, conducendo ad Assisi in Umbria una vita aspra, ma ricca di opere di carità e di pietà; insigne amante della povertà, da essa mai, neppure nell’estrema indigenza e infermità, permise di essere separata.

 

Vedi tutti i santi del mese di Agosto 2020