Nome e Titolo del Santo del Giorno

Santa Elisabetta di Ungheria (Elisabetta di Ungheria o di Turingia) - Religiosa

 

Quando si festeggia Santa Elisabetta di Ungheria?

La ricorrenza in cui si celebra è il giorno 17 Novembre

Come si determina il Santo del giorno?

 

Onomastico del nome

Elisabetta

 

Vita ed opere

Elisabetta d'Ungheria nacque nel 1207, figlia del re ungherese Andrea e di Gertrude. Ancora infante, era già promessa sposa ad un altro esponente di nobili origini, Ludovico IV di Turingia. Entrambi furono educati e crebbero secondo le usanze di corte, quindi nel lusso, nell'agio e in un ambiente tutt'altro che morale.

I due si sposarono molto giovani: Elisabetta aveva soli 15 anni, e dopo un solo lustro e tre figli, la duchessa rimase vedova. Era sempre stata particolarmente devota e molto pia.

Rifiutava gli sfarzi ed i fasti della corte, motivo per cui molti la criticavano. Si dedicava a preghiera e meditazione, non risparmandosi personalmente quando si trattava di opere di carità, recandosi personalmente in visita alle zone più povere dei villaggi più sperduti. Rifiutò di risposarsi, ed utilizzò la dote che le era stata restituita per costruire un ospedale.

Dopo la morte del marito la sua devozione e dedizione ai bisognosi si fece sempre più evidente, così come il suo desiderio di allontanarsi dall'ambiente mondano. Si ritirò quindi nell'ospedale di Marburgo, di cui lei stessa aveva finanziato la costruzione, dove morì nel 1231.
 

Miracoli di Santa Elisabetta di Ungheria

La tradizione narra che un giorno Margherita stesse portando personalmente del pane per i malati presso un ospedale. Incontrato il marito lungo la strada, egli le chiese di mostrare il contenuto del grembiule. Quando Elisabetta obbedì, dalla stoffa caddero delle rose anziché le pagnotte.

Si racconta poi che, raccolto un ragazzo lebbroso e portatolo a corte, lo avesse messo a riposare nel letto nuziale.
All'arrivo del marito, quando spostò le coperte, nel letto si trovava non il moribondo ma un crocefisso.
 

Emblema

Cesto di pane
 

Venerata da

Chiese cattolica, luterana, anglicana, veterocattolica

 

Santa Elisabetta di Ungheria protettore e patrono

Patrona di Società caritatevoli, fornai, infermieri, ordine secolare francescano

Patrona della regione tedesca dell'Assia

 

Martirologio romano

Memoria di santa Elisabetta di Ungheria, che, ancora fanciulla, fu data in sposa a Ludovico, conte di Turingia, al quale diede tre figli; rimasta vedova, dopo aver sostenuto con fortezza d’animo gravi tribolazioni, dedita già da tempo alla meditazione delle realtà celesti, si ritirò a Marburg in Germania in un ospedale da lei fondato, abbracciando la povertà e adoperandosi nella cura degli infermi e dei poveri fino all’ultimo respiro esalato all’età di venticinque anni.

 

Vedi tutti i santi del mese di Novembre 2020