Nome e Titolo del Santo del Giorno

Santa Rosalia (Rosalia de' Sinibaldi) - Vergine ed eremita

 

Quando si festeggia Santa Rosalia?

La ricorrenza in cui si celebra è il giorno 4 Settembre

Come si determina il Santo del giorno?

 

Onomastico del nome

Rosalia (Rosaria, Rosario, Rosalina, Rosalino)

 

Vita ed opere

Rosalia de' Sinibaldi nacque nel 1130 circa nelle vicinanze di Palermo. Il padre era discendente di Carlo Magno, mentre la madre aveva origini normanne. Diverse sono le versioni sulla sua vita, spesso intrecciata con la leggenda, a testimonianza della forza del suo culto in Sicilia. Si narra che prima della sua nascita un angelo fosse apparso al signore di Sicilia, annunciando l'arrivo in casa di Sinibaldo di una "rosa senza spine".

Da qui il nome Rosalia dato alla bambina. Educata cristianamente e piena di virtù, la giovane venne promessa in sposa al nobile Baldovino, come ricompensa per aver salvato il Re Ruggero da un animale feroce durante una battuta di caccia. Rosalia, che essendo molto devota aveva già promesso la sua purezza al Signore, rifiutò il matrimonio, e dopo essersi tagliata le trecce fuggì per evitare le nozze. Trascorse un po' di tempo presso il monastero delle brasiliane di Palermo, ma la pressione della famiglia perché cambiasse idea e si sposasse era troppo forte.

Fuggì allora anche dal convento, nascondendosi per anni in una grotta presso la località di Santo Stefano Quisquina. Solo una pastorella sapeva dove si nascondesse la santa, e provvedeva a portarle da mangiare. Ancor oggi sulle pareti della caverna esiste un'iscrizione che attesta la presenza della Santa.

Dopo oltre dieci anni, Rosalia tornò vicino a Palermo, vivendo gli ultimi anni in un'altra grotta, angusta e piena d'acqua, sul Monte Pellegrino, da sempre considerato sacro e su cui sorgeva un altare dedicato alla Madonna. Morì in quest'ultimo rifugio,  nel 1170.
 

Miracoli di Santa Rosalia

A Santa Rosalia sono attribuiti innumerevoli miracoli, sia in vita che dopo la morte. Apparve ad una donna malata, promettendole che se fosse salita sul Monte Pellegrino sarebbe guarita dalle febbri che la tormentavano. Alla stessa donna poi indicò il luogo dove furono trovate le sue reliquie. Nel 1625 il riconoscimento ufficiale delle reliquie della Santa ed il pellegrinaggio al Monte Pellegrino liberarono la città di Palermo dopo un anno di peste. Numerose poi sono le guarigioni e le apparizioni di Santa Rosalia testimoniate nel corso del tempo.
 

Emblema

Teschio, giglio, corona di rose
 

Venerata da

Chiesa Cattolica.

 

Santa Rosalia protettore e patrono

Protettrice di eremiti e religiosi, invocata contro la peste

Patrona delle città di Palermo, Bivona, Pegli, Santo Stefano Quisquina, della regione Sicilia e di numerose altre località italiane.

 

Santuario principale

Santuario di Santa Rosalia (Palermo)

 

Martirologio romano

A Palermo, santa Rosalia, vergine, che si tramanda abbia condotto vita solitaria sul monte Pellegrino.

 

Vedi tutti i santi del mese di Settembre 2020