Nome e Titolo del Santo del Giorno

Sante Fosca e Maura (Fosca, Maura) - Martiri

 

Quando si festeggia Sante Fosca e Maura?

La ricorrenza in cui si celebra è il giorno 13 Febbraio

Come si determina il Santo del giorno?

 

Onomastico del nome

Fosca, Fosco, Maura, Mauro

 

Vita ed opere

Santa Fosca visse nel III secolo. Non è chiaro se fosse originaria di Ravenna o della città di Sabrata, nell'attuale Libano occidentale. Proveniente da una famiglia pagana, entrò in contatto con la religione cristiana intorno ai quindici anni e, incuriosita, volle conoscerne meglio la storia e la dottrina.

Accompagnata dalla nutrice Maura  (forse anche dalla madre), la giovane Fosca si recò al cospetto di un sacerdote che, dopo aver loro spiegato i fondamenti della dottrina cristiana, battezzò le donne. Scoperto il fatto, il padre di Fosca andò su tutte le furie, rinchiudendola insieme alla nutrice, e denunciandole entrambe al prefetto Quinziano. Era in atto la persecuzione di Decio, perciò si trattava all'incirca dell'anno 250.

Giunti per arrestarle, i soldati videro degli angeli pregare insiame a Fosca e Maura, e non ebbero il coraggio di avvicinarle. Furon loro stesse a presentarsi in tribunale pochi giorni dopo. Le donne furono torturate ed uccise - in alcune versioni decapitate, in altre trafitte al ventre o al fianco. La tradizione sostiene che le spoglie delle martiri giunsero nell'isola veneta di Torcello ad opera di un pio marinaio.

Il culto di Fosca e Maura si è diffuso da Torcello in tutta la laguna veneta e nei circostanti teritori del nord-est italiano.
 

Emblema

palma
 

Venerate da


Tutte le chiese che ammettono il culto dei santi

 

Sante Fosca e Maura protettore e patrono

Maura: protettrice di balie e nutrici

Fosca: patrona di Torcello, Agrons, Cornuda, Dueville ed altre località, soprattutto nel nord-est italiano

 

Santuario principale

Chiesa di Santa Fosca (Torcello)

 

Vedi tutti i santi del mese di Febbraio 2020