Nome e Titolo del Santo del Giorno

Santi Martiri Coreani (Andrea Kim Tae -Gon, Paolo Chŏng Ha-sang e compagni) - Martiri

 

Quando si festeggia Santi Martiri Coreani?

La ricorrenza in cui si celebra è il giorno 20 Settembre

Come si determina il Santo del giorno?

 

Vita ed opere

La storia della chiesa coreana inizia intorno al 1600. All'epoca infatti venivano regolarmente inviati dei rappresentanti coreani in Cina, allo scopo di effettuare scambi culturali tra i due paesi: la Cina infatti era guardata con ammirazione e rispetto, e si riteneva che ci fosse molto da imparare dalla sua cultura.

Venuti a conoscenza del cristianesimo in occasione di questi viaggi, alcuni laici coreani si interessarono in modo particolare alla nuova religione, incaricando uno dei giovani della della delegazione di raccogliere testi ed informazioni sul cristianesimo.

Erano gli ultimi decenni del 1700, ed il giovane in questione rientrò in Corea battezzato, portando con sé alcuni testi ed iniziando a fare proseliti. La comunità cattolica coreana crebbe velocemente, ed inizialmente ottenne dalla Cina l'invio di sacerdoti, per poter amministrare i sacramenti, ed avere punti di riferimento per il catechismo.

Nel 1802 ebbero inizio le persecuzioni: inizialmente il sovrano ordinò lo sterminio totale dei cristiani, ritenendo la nuova fede una vera e propria pazzia. I sacerdoti presenti sul territorio furono martirizzati, e per oltre un trentennio le condizioni di emarginazione e persecuzione della comunità cattolica in Corea non permisero l'invio di altri missionari o sacerdoti.

La libertà di culto per i cattolici venne concessa solo nel 1882, ma fino ad allora sono oltre 10.000 i martiri cristiani documentati. Tra il 1984 ed il 2014, i papi Giovanni Paolo II e Francesco canonizzarono oltre 200 tra santi e beati martiri coreani, in ricordo di quel secolo di feroci persecuzioni.
 

Emblema

Palma
 

Venerati da

Chiesa cattolica

 

Santuario principale

Cattedrale di Myeong-dong.

 

Martirologio romano

Memoria dei santi Andrea Kim Tae-gon, sacerdote, Paolo Chong Ha-sang e compagni, martiri in Corea. In questo giorno in un’unica celebrazione si venerano anche tutti i centotrè martiri, che testimoniarono coraggiosamente la fede cristiana, introdotta la prima volta con fervore in questo regno da alcuni laici e poi alimentata e consolidata dalla predicazione dei missionari e dalla celebrazione dei sacramenti. Tutti questi atleti di Cristo, di cui tre vescovi, otto sacerdoti e tutti gli altri laici, tra i quali alcuni coniugati altri no, vecchi, giovani e fanciulli, sottoposti al supplizio, consacrarono con il loro prezioso sangue gli inizi della Chiesa in Corea.

 

Vedi tutti i santi del mese di Settembre 2020