Nome e Titolo del Santo del Giorno

Santi Pietro e Paolo (Simone (Pietro), Saulo (Paolo)) - Apostoli

 

Quando si festeggia Santi Pietro e Paolo?

La ricorrenza in cui si celebra è il giorno 29 Giugno

Come si determina il Santo del giorno?

 

Onomastico del nome

Pietro, Paolo

 

Vita, opere e martirio

Pietro e Paolo vengono ricordati insieme nel giorno del 29 giugno, giorno della loro morte a causa della persecuzione di Nerone. Pietro, nato come Simone, seguì Gesù abbandonando tutto con semplicita e naturalezza, dopo essere stato avvisato dal fratello Andrea di aver trovato il Messia. Rinominato Pietro proprio da Cristo, è il primo Papa della Chiesa, nonché uno dei più vicini alla figura di Gesù. Assistette Gesù sul monte degli Ulivi e, dopo averlo rinnegato tre volte come gli era stato predetto, e nella sua predicazione si spinse fino a Roma, dove trovò la morte intorno al 65. Nominato capo degli Apostoli, su di lui "si fonderà la mia casa": sarà proprio Pietro infatti a gettare le basi della Chiesa cristiana. Al momento dell'esecuzione, non ritenendosi degno di morire come il suo maestro, Pietro volle essere crocefisso a testa in giù.

Paolo, benestante di origine ebraica, era originario di Tarso. Inizialmente impegnato a combattere la diffusione del cristianesimo, ricevette una folgorazione quando udì la voce di Dio chiedergli "perchè mi perseguiti?". Convertitosi, cercò di convincere anche i suoi compagni a credere in Gesù, ma fu costretto a fuggire. Venne accolto tra gli apostoli, tra i quali occupò un posto particolarmente importante grazie alla sua opera di evangelizzazione. Zelante nella predicazione, non teme nessuna persecuzione e non c'è prigionia che lo spaventi.

Dove non riesce a recarsi di persona per portare la parola di Dio, arriva con le sue lettere, di cui ancor oggi rimane testimonianza. Viene infine arrestato e mandato al tribunale di Roma, dove troverà la morte per decapitazione. Paolo fu il primo apostolo ad evangelizzare anche i gentili, ovvero i pagani ed i non ebrei.

Fino ad allora infatti la nascente comunità cristiana si era dedicata alla conversione degli ebrei, ed infatti la nuova comunità continuava a seguire le leggi e le festività tipicamente ebraiche. I primi a prendere effettivamente il nome di Cristiani furono il gruppo di pagani convertiti da Paolo ad Antiochia.
 

Memoria

I due apostoli sono ricordati insieme il 29 giugno non solo perché morirono nella stessa occasione sotto la persecuzione di Nerone. Entrambi infatti, nonostante la differenza di origini e la diversa modalità con cui si sono avvicinati a Cristo, sono figure portanti della nascita della Chiesa. Hanno in comune l'amore per il Signore e lo zelo nella predicazione e nella costruzione della comunità cristiana. Pietro e Paolo si conobbero quando Paolo, convertitosi da poco, ancora non godeva di piena fiducia da parte della comunità cristiana, e venne presentato agli apostoli a Gerusalemme, da Barnaba. 
 

Venerati da

Tutte le chiese che ammettono il culto dei santi.

 

Santi Pietro e Paolo protettore e patrono

Pietro: patrono della Chiesa Universale, di fornai, macellai, pescatori, mietitori, cordai, costruttori di reti e navi, e molte altre categorie. Paolo: patrono di vescovi, missionari, giornalisti

Pietro: patrono di moltissime località in Italia e nel mondo, tra cui: Roma,Lamezia Terme, Cordenons, Modica, San Pietro di Cadore, Schio, Philadelphia e Las Vegas (USA), Brema e Colonia (Germania), Poznan (Polonia), San Pietroburgo (Russia) Paolo: patrono di diverse località in Italia e nel mondo, tra cui la città di Roma, gli stati della Grecia e di Malta

 

Santuario principale

Basilica dei Ss Pietro e Paolo, Roma

 

Martirologio romano

Solennità dei santi Pietro e Paolo Apostoli. Simone, figlio di Giona e fratello di Andrea, primo tra i discepoli professò che Gesù era il Cristo, Figlio del Dio vivente, dal quale fu chiamato Pietro. Paolo, Apostolo delle genti, predicò ai Giudei e ai Greci Cristo crocifisso. Entrambi nella fede e nell’amore di Gesù Cristo annunciarono il Vangelo nella città di Roma e morirono martiri sotto l’imperatore Nerone: il primo, come dice la tradizione, crocifisso a testa in giù e sepolto in Vaticano presso la via Trionfale, il secondo trafitto con la spada e sepolto sulla via Ostiense. In questo giorno tutto il mondo con uguale onore e venerazione celebra il loro trionfo.

 

Vedi tutti i santi del mese di Giugno 2020