Nome e Titolo del Santo del Giorno

San Bernardino da Siena (Bernardino degli Albizieschi) - Sacerdote e predicatore

 

Quando si festeggia San Bernardino da Siena?

La ricorrenza in cui si celebra è il giorno 20 Maggio

Come si determina il Santo del giorno?

 

Onomastico del nome

Bernardino (Bernardo)

 

Vita e opere

Originario di Massa Carrara, nacque nel 1380 da una famiglia benestante. Il padre era governatore, ma morì quando Bernardino era ancora un ragazzo, ed il piccolo fu allevato da una zia.

Durante l'epidemia di peste a Siena nel 1400, Bernardino assunse insieme ad altri giovani la direzione dell'ospedale, in difficoltà data la continua morte di molti degli addetti. Una volta terminata l'emergenza della peste, il giovane si prese cura fino alla morte della zia, ormai malata e costretta a letto.

Nel 1402 prese i voti come frate francescano, vivendo prima a Colombaio (Siena) ed in seguito nel monastero di Fiesole. A Milano cominciò la carriera di predicatore nel 1417, ed ebbe da subito seguito e successo straordinari.

Si spostò in seguito per tutta l'Italia, senza risparmiarsi minimamente: camminava e predicava per ore, anche più volte nella stessa giornata. L'enorme seguito lo costringeva a tenere le sue orazioni per lo più all'aperto, in modo che tutti potessero assistere. Si scagliava contro l'usura, lo spreco, l'azzardo, la superstizione e gli intrighi politici delle signorie italiane.

Era particolarmente devoto al Santo Nome di Gesù, tanto che a fine sermoni era solito mostrare una tavoletta con l'incisione IHS. La sua predicazione era coinvolgente e commovente, riportava storie ed aneddoti in stile francescano, raggiungeva il pubblico e suscitava moltissime conversioni.

Nel 1437 assunse la carica di vicario del ramo Osservante dei frati, e la stima che si provava nei suoi confronti era così grande che in quel periodo gli Osservanti crebbero a dismisura.

Organizzò diverse scuole di teologia, convinto che non solo la ricchezza fosse dannosa ai frati, ma anche e forse di più, l'ignoranza. Sei anni più tardi tuttavia Bernardino abbandonò il vicariato per tornare alla predicazione. L'età e la salute non gli permettevano di svolgere questa attività come prima, e doveva spostarsi sul dorso di un mulo.

Morì il 20 maggio 1444, a l'Aquila, mentre era in viaggio per raggoingere Napoli. Canonizzato nel 1450 da Papa Niccolò V.
 

Miracoli

I miracoli iniziarono sul feretro di San Bernardino. La città de l'Aquila era infatti sconvolta dalle lotte tra fazioni; dalla bara del Santo cominciò a sgorgare sangue, che si arrestò solo con la pacificazione della città. La città di Mantova lo vide arrivare insieme ad un discepolo, utilizzando il proprio mantello come una zattera su cui attraversò il Mincio. 
 

Emblema

Simbolo IHS
 

Venerato da

Chiesa cattolica.

 

San Bernardino da Siena protettore e patrono

Protettore dei malati di patologie polmonari, degli emorragici, dei pubblicitari.

Patrono delle città di Siena, Massa Marittima, Carpi (MO), Morano Calabro (CS) e moltissime altre; compatrono de L'Aquila.

 

Martirologio romano

San Bernardino da Siena, sacerdote dell’Ordine dei Minori, che per i paesi e le città d’Italia evangelizzò le folle con la parola e con l’esempio e diffuse la devozione al santissimo nome di Gesù, esercitando instancabilmente il ministero della predicazione con grande frutto per le anime fino alla morte avvenuta all’Aquila in Abruzzo.

 

Vedi tutti i santi del mese di Maggio 2020