Nome e Titolo del Santo del Giorno

San Bonaventura (Giovanni Fidanza) - Vescovo e Dottore della Chiesa

 

Quando si festeggia San Bonaventura?

La ricorrenza in cui si celebra è il giorno 15 Luglio

Come si determina il Santo del giorno?

 

Onomastico del nome

Bonaventura

 

Vita ed opere

Originario della provincia di Viterbo, Bonaventura nacque come Giovanni. La data esatta della sua nascita non è conosciuta, si stima però che sia avvenuta nei primi decenni del 1200 (tra il 1217 ed il 1222). La madre fece voto di dedicare la vita del piccolo, gravemente malato, al servizio divino, se fosse guarito.

Così fu, e Giovanni, preso il nome di Bonaventura, si unì ai frati francescani negli anni '40. Conosciuto e stimato, sebbene molto giovane venne eletto priore generale dell'ordine dopo soli dieci anni di permanenza. Dotto ed erudito, Bonaventura seppe mantenere unito il corpo dei francescani, nonostante la sua ampiezza ed i numerosi dissidi filosofici e teologici al suo interno. Inizialmente stabilitosi ad Orvieto, viaggiò in Europa per adempiere ai suoi compiti, e si impegnò alacremente per contrastare le tendenze estremiste all'interno dell'Ordine, sia quelle troppo mondane che quelle al contrario troppo ascetiche.

Rifiutato per umiltà l'arcivescovado di York in Inghilterra, venne successivamente nominato Cardinale nonostante le sue proteste. Con questo titolo, e grazie alla sua fama di dotto e telogo, fu inviato al Concilio di Lione del 1274, durante il quale ebbe un ruolo fondamentale nel riavvicinamento delle chiese greca e latina. Morì nello stesso anno.

Le cause della sua morte sono oscure, si ipotizza addirittura un possibile avvelenamento. Canonizzato nel 1482, fu nominato Dottore della Chiesa nel 1588. 
 

Miracoli di San Bonaventura

Diversi i prodigi a lui attribuiti, anche se spesso nella sua biografia realtà  e leggenda si mescolano. Primo fra tutti il prodigio della sua miracolosa guarigione da fanciullo per intercessione di Francesco d'Assisi. Durante gli anni di noviziato, Bonaventura si distingueva per la sua umiltà, e fu visto ricevere la comunione direttamente dalle mani di un angelo, che gli mostrava così il suo essere degno di riceverla. Durante una epidemia di peste a Lione, di cui Bonaventura era protettore, i fedeli portarono le sue reliquie in processione, facendo immediatamente finire il contagio
 

Emblema

Bastone pastorale, cappello cardinalizio.
 

Venerato da

Chiesa cattolica

 

San Bonaventura protettore e patrono

Protettore dei fattorini

Patrono della città di Bagnoregio, e di altre località in Italia e nel Mondo.

 

Martirologio romano

Memoria della deposizione di san Bonaventura, vescovo di Albano e dottore della Chiesa, che rifulse per dottrina, santità di vita e insigni opere al servizio della Chiesa. Resse con saggezza nello spirito di san Francesco l’Ordine dei Minori, di cui fu ministro generale. Nei suoi molti scritti unì una somma erudizione a una ardente pietà. Mentre si adoperava egregiamente per il II Concilio Ecumenico di Lione, meritò di giungere alla visione beata di Dio.

 

Vedi tutti i santi del mese di Luglio 2020