Nome e Titolo del Santo del Giorno

San Zeno di Verona (Zenone) - Vescovo

 

Quando si festeggia San Zeno di Verona?

La ricorrenza in cui si celebra è il giorno 12 Aprile ma si venera anche il giorno 21 Maggio

Come si determina il Santo del giorno?

 

Vita ed opere

Nato agli inizi del IV secolo, Zenone era originario dell'Africa. Secondo gli scritti del notaio veronese Coronato, proveniva dalla Mauritania. Non è dato sapere con certezza quale fu il motivo che portò Zenone dalla Mauritania al veneto: forse era figlio di un funzionario spostatosi in Italia per lavoro o forse, già seguendo la sua vocazione, Zenone arrivò nella penisola al seguito di Atanasio.

Quello che è certo è che dovette confrontarsi con le difficoltà della comunità cristiana. All'epoca infatti l'imperatore Giuliano l'Apostata stva tentando un ritorno al paganesimo, e l'eresia ariana si diffondeva a macchia d'olio in tutto il territorio. Zeno predicò senza temere le ritorsioni, e moltissime furono le conversioni ottenute dalle sue parole.

Divenne vescovo di Verona nel 362, come successore di Cricino. Il suo esempio di povertà, umiltà e rettitudine rimasero nella storia, così come il suo buon carattere e la generale letizia che traspariva dai suoi discorsi ai fedeli.

Secondo la tradizione, nonostante l'alta carica condusse una vita morigerata, tanto da cibarsi di ciò che riusciva autonomamente a pescare nell'Adige.

Morì nel 371, lasciando diversi scritti fra trattati ed omelie, il cui stile conferma l'ipotesi di una sua origine africana.
 

Miracoli di San Zeno di Verona

Numerosissimi i prodigi a lui attribuiti, sia in vita che postumi. La leggenda narra che Zeno abbia sfidato il diavolo, giocando a palla sulla punta di un monte. Avendo perso, il diavolo in persona dovette procurare a Zeno un battesimale in porfido, portandolo in spalla da Roma a Verona. Altra narrazione leggendaria è quella di Gregorio Magno a proposito della piena dell'Adige.

L'acqua si sarebbe fermata sulla porta della chiesa, abbastanza alta da potersi bere ma senza entrare all'interno della costruzione, che poté così servire da riparo alle genti fino al cessare dell'emergenza.
 

Emblema

Pesce, bastone pastorale
 

Venerato da

Chiese cattolica ed ortodossa

 

San Zeno di Verona protettore e patrono

Patrono dei pescatori d'acqua dolce

Patrono della città di Verona, di San Zeno Naviglio, Cambiago, Sale Marasino e numerose altre località italiane

 

Santuario principale

Chiesa di San Zeno Maggiore (Verona)

 

Martirologio romano

A Verona, san Zeno, vescovo, dalle cui fatiche e dalla cui predicazione la città fu condotta al battesimo di Cristo.

 

Vedi tutti i santi del mese di Aprile 2020