Nome e Titolo del Santo del Giorno

Santa Maria Bertilla Boscardin (Anna Francesca Boscardin) - Vergine

 

Quando si festeggia Santa Maria Bertilla Boscardin?

La ricorrenza in cui si celebra è il giorno 20 Ottobre

Come si determina il Santo del giorno?

 

Onomastico del nome

Maria Bertilla

 

Vita ed opere

Anna Francesca nasce il 6 ottobre 1888 a Gioia di Brendola, nella campagna vicentina. Figlia unica di una famiglia non abbiente, sin dalla fanciullezza è considerata da tutti a scuola ed in paese una bambina buona ma non particolarmente intelligente. Il suo rendimento scolastico è scarso, e Anna Francesca è abituata a considerarsi utile solo ad aiutare i genitori nei campi.

Nella prima adolescenza fa voto di verginità, e per la prima volta chiede al parroco di poter entrare in convento. Inizialmente è il suo stesso parroco a sconsigliarglielo: per via della sua ignoranza, infatti, nessun ordine saprebbe cosa farsene di lei. Poco dopo, data la convinzione e l'umiltà della giovane, il sacerdote si decide ad aiutarla, e Anna Francesca entra nel convento delle Dorotee di Vicenza. Prenderà i voti nel 1907, a diciassette anni.

Da Vicenza viene mandata a Treviso; i primi anni in convento li trascorre a servizio in cucina, sempre serena e convinta nella sua umiltà. In sseguito viene mandata in ospedale, dove segue inizialmente il reparto infantile di malattie infettive, ed in seguito, con lo scoppio della guerra, si adopera in diversi reparti. Nonostante l'ignoranza, Maria Bertilla (questo il nome che prese insieme ai voti) si dimostra un'infermiera scrupolosa, amata dai pazienti, precisa, efficiente, umana e coraggiosa. Durante i bombardamenti rimane sveglia a pregare, si sottopone a ritmi di lavoro estenuanti pur di permettere agli altri di riposare.

Operata di tumore a soli 22 anni, dodici anni dopo la malattia si ripresenta. Maria Bertilla nasconde la sua sofferenza fisica il più possibile, e continua a lavorare servendo il prossimo come ha fatto in tutta la sua vita. Medici e consorelle non possono però non vedere che la suora non si regge in piedi. Operata tempestivamente, Suor Maria Bertilla muore a 34 anni, nel 1922.

Se da viva rimase pressoché sconosciuta se non nell'ambiente ospedaliero di Treviso, la sua fama si diffuse velocemente dopo la morte. Canonizzata nel 1961 da Papa Giovanni XXIII.
 

Miracoli di Santa Maria Bertilla Boscardin

Non si hanno notizie di miracoli compiuti in vita dalla Santa. Si riconsocono invece diverse guarigioni attribuite alla sua intercesione post mortem, ad esempio quella di Sebastiano Fasan, affetto da un osteoarcome terminale, risanato improvvisamente.
 

Emblema

Giglio
 

Venerata da

Chiesa cattolica.

 

Santa Maria Bertilla Boscardin protettore e patrono

Patrona dell'UNITALSI di Treviso

Patrona della frazione di Orgnano (Venezia)

 

Santuario principale

Cappella della Casa Madre delle Suore Dorotee (Vicenza)

 

Martirologio romano

A Treviso, santa Maria Bertilla (Anna Francesca) Boscardin, vergine della Congregazione delle Suore di Santa Dorotea dei Sacri Cuori, che si adoperò in ospedale per la salute dei malati nel corpo e nello spirito.

 

Vedi tutti i santi del mese di Ottobre 2020