Nome e Titolo del Santo del Giorno

Santi Giovanni e Paolo (Giovanni, Paolo) - Martiri

 

Quando si festeggia Santi Giovanni e Paolo?

La ricorrenza in cui si celebra è il giorno 26 Giugno

Come si determina il Santo del giorno?

 

Onomastico del nome

Giovanni, Paolo (Giovanni, Gianni, Gianna, Giovanna, Paolo, Paola)

 

Vita ed opere

Della vita di questi due fratelli si sa davvero poco: storia e leggenda si confondono, e la passio giunta sino a noi non sembra del tutto attendibile. Di essa infatti esistono tre diverse versioni consecutive, che differiscono in alcuni particolari riguardo alla vita di questi martiri.

Erano due fratelli, cristiani, vissuti a Roma nel IV secolo. Secondo alcune versioni erano dignitari di corte, secondo altre invece si trattava di privati cittadini, particolarmente facoltosi, noti nella città per la loro carità cristiana. Sembra comunque fossero in contatto con la corte dell'imperatore Costantino, tramite la figlia Costantina.

La versione della passio ufficialmente adottata dalla Chiesa come riferimento per la storia di Giovanni e Paolo narra che il loro martirio avvenne ad opera di Giuliano l'Apostata: l'imperatore infatti aveva deciso di ripristinare il culto pagano, e tentò invano di convertire i due fratelli. Era il 26 giugno del 362.
 

Martirio di San Giovanni e San Paolo

Le cause della persecuzione e morte di Giovanni e Paolo non furono solamente religiose. Sembra infatti che Giuliano volesse appropriarsi delle ricchezze dei due fratelli, ricevute da Costantina stessa. Gli uomini rifiutarono di cederle a lui, per via della sua malvagità. Venne allora inviato a casa di Giovanni e Paolo il militare Terenziano, con il compito di convincerli a cedere e ad adorare gli idoli di Giove come segno di sottomissione al volere dell'Imperatore. I due rifiutarono di rinunciare alla loro fede, e dopo dieci giorni vennero decapitati di nascosto, e sepolti nella loro stessa dimora sul colle Celio. Il successore di Giuliano, Gioviano, sotto il quale le persecuzioni cessarono, fece in seguito cercare i corpi ed erigere una chiesa nel luogo della sepoltura. La passio sarebbe stata scritta dallo stesso Terenziano (o per suo ordine), dopo che l'intercessione dei due martiri avrebbe guarito suo figlio.
 

Incongruenze storiche

Storicamente, le persecuzioni di Giuliano l'Apostata si concentrarono in Oriente, dove l'imperatore risiedeva. E' quindi possibile che la passio in questione non sia del tutto veritiera, e che i fratelli siano stati uccisi sotto l'impero di Diocleziano, diversi anni prima del 362. Se così fosse, sia la morte che la loro vita andrebbero ricollocate più indietro nel tempo. Indipendentemente dalle imprecisioni storiche, il culto dei fratelli martiri Giovanni e Paolo è piuttosto diffuso sin dall'antichità.
 

Emblema

Palma
 

Venerati da

Chiesa Cattolica.

 

Santi Giovanni e Paolo protettore e patrono

Nei paesi tedescofoni, sono invocati come protettori in caso di avversità atmosferiche e tempeste.

 

Santuario principale

Basilica dei Santi Giovanni e Paolo, monte Celio, Roma

 

Martirologio romano

A Roma commemorazione dei santi Giovanni e Paolo, al cui nome è dedicata la basilica sul monte Celio lungo il clivo di Scauro nella proprietà del senatore Pammachio.

 

Vedi tutti i santi del mese di Giugno 2020