Nome e Titolo del Santo del Giorno

Santi Giuseppe d'Arimatea e Nicodemo (Giuseppe, Nicodemo) - Decurione, Membro del Sinedrio

 

Quando si festeggia Santi Giuseppe d'Arimatea e Nicodemo?

La ricorrenza in cui si celebra è il giorno 31 Agosto

Come si determina il Santo del giorno?

 

Onomastico del nome

Giuseppe, Nicodemo

 

Vita ed opere

Giuseppe d'Arimatea è una figura ricorrente nel Nuovo Testamento e nei Vangeli Apocrifi. Poco si sa della sua vita, se non che faceva parte del Sinedrio e che era un ebreo credente, la cui fede lo portò ad avere simpatia per Gesù. Seguiva le sue predicazioni ed ascoltava le sue parole, pur preferendo rimanere in incognito e non dichiarare apertamente il suo favore per i cristiani.

Dopo la morte di Cristo però abbandonò ogni timore, ed utilizzò la sua posizione di potere per chiedere a Pilato il permesso di prendere il corpo senza vita di Gesù, per impedire che fosse seppellito in una fossa comune com'era usanza per i condannati a morte. Insieme a Nicodemo quindi si accinse a porgere gli onori al cadavere del Messia. Dopo la Resurrezione i Vangeli non ne parlano più, ma si trovano altre testimonianze sulla sua figura nei numerosi testi apocrifi.

Diverse leggende maturate nei secoli seguenti vogliono che Giuseppe sia in qualche modo collegato alla ricerca del Santo Graal ed alle vicende di Re Artù.

Nicodemo era un altro membro del Sinedrio, e godeva di una posizione altolocata e potente. Ebbe modo di conoscere Gesù attorno ai 30 anni, e rimase abbagliato dai miracoli che compiva. Per meglio comprendere cosa stesse succedendo, Nicodemo si avvicinò al Messia di notte, per non farsi scoprire dagli altri membri del Sinedrio, per interrogarlo. Gli chiese quindi in cosa consistesse esattamente la sua missione e si convinse dopo un breve dialogo che Cristo era realmente un inviato di Dio. Prima della condanna, Nicodemo difese di fronte al tribunale ebraico il diritto di Gesù a esporre le sue ragioni.

Dopo la crocefissione invece, insieme a Giuseppe d'Arimatea, si recò al sepolcro portando unguenti e profumi per dare degna sepoltura al corpo di Gesù.

Non si hanno altre notizie su di lui dopo questa vicenda.
 

Emblema dei Santi Giuseppe d'Arimatea e Nicodemo

Chiodi, Ampolla
 

Venerati da

Tutte le chiese che ammettono il culto dei santi

 

Santi Giuseppe d'Arimatea e Nicodemo protettore e patrono

Giuseppe: patrono delle pompe funebri dei funerali e dei becchini.

 

Martirologio romano

A Gerusalemme, commemorazione dei santi Giuseppe d’Arimatea e Nicodemo, che raccolsero il corpo di Gesù sotto la croce, lo avvolsero nella sindone e lo deposero nel sepolcro. Giuseppe, nobile decurione e discepolo del Signore, aspettava il regno di Dio; Nicodemo, fariseo e principe dei Giudei, era andato di notte da Gesù per interrogarlo sulla sua missione e, davanti ai sommi sacerdoti e ai Farisei che volevano arrestare il Signore, difese la sua causa.

 

Vedi tutti i santi del mese di Agosto 2020